mercoledì 15 settembre 2010

Che domenica bestiale!

La loro:

Apertura di Mediaworld a Bolzano, giovedì 9 settembre: 12.000 persone, 650.000 euro di incasso, ore di coda per entrare. Venerdì, sabato e domenica si è ripetuto il casino.

mediaworld

mediaworld2

(fonte quotidiano Alto Adige, foto Ognibeni)

La mia:

panzebruresized

panortlesrifugiogrande

Königspitze / Gran Zebrù; Monte Zebrù (in tedesco?); Ortler / Ortles; Hintergrathütte / Rifugio Coston

Non farei cambio :D

14 commenti:

  1. sto cercando dei ramponi col bluetooth. combino li'?

    happy day

    RispondiElimina
  2. Domenica ho fatto un giro dalle parti del Mangart al confine con la Slovenja e c'era la processione che veniva giù per la via nromale , coda interminabile , neanche avessero apero un Mediaworld sulla cima :)

    a parte le battute , preferisco di grand lunga la tua domenica che assomiglia tanto tanto a molte delle mie.

    RispondiElimina
  3. la seconda!!! :D

    Misty

    RispondiElimina
  4. Carissima e chi mai farebbe cambio. La foto del Gran Zebrù è semplicemente rinfrescante, bellissima.
    un caro saluto
    Mario

    Ps. so che non hai problemi ma volevo dirti che le due immagini siccome sono bellissime le vorrei postare sul mio blog, fonte: terrealte chiaramente.
    riciao

    RispondiElimina
  5. è bene che ci siano posti come MediaWorld oppure gli stadi. L'equazione è molto semplice più posti come MediaWorld = meno stupidi in montagna.......

    a parte le battute spiritose.Meglio l'Ortles

    RispondiElimina
  6. Mi domando e dico: tutte queste persone che si intasano nei centri commerciali, arrivano dalla luna affamate ed ignude? non hanno case ed armadi già pieni di cianfrusaglie, vestiti, cibi in scadenza, oggetti inutili e ciapapuer (in piemontese = pigliapolvere)? O che a Bolzano siete andati avanti fino a sabato notte con il mitico Z80 o l'M20 Olivetti, ed ora di colpo tutto il popolo ha necessità di aggiornare hardware e software? Mah... noi domenica eravamo alle prese con un gipeto, nei luoghi sperduti delle valli di lanzo. Meglio così.
    GP

    RispondiElimina
  7. se riesci ad avvicinarti al banco, giovanni, senza dover abbattere qualce centinaio di persone! :D

    RispondiElimina
  8. A parte le battute, Luca, mi vengono spontanee alcune riflessioni. Per esempio: bolzano ha 100.000 abitanti. 12.000 il primo giorno, ne mettiamo altri 12.000 fra venerdi' sabato e domenica? credo di essere parecchio sotto il numero reale. Fa 24.000 persone che si sono accalcate attorno ai banchi di mediaworld.

    Un bolzanino su 4? contando vecchietti, neonati, cassintergati, ospedalizzati, influenzati, disinteressati? Togliamo qualcuno venuto dalle valli, mi fa ugualmente spavento.

    In un periodo di crisi, che c'e' e morde parecchio anche qui nel paradiso altoatesino.

    Gente che mangia pane e cipolla ma deve avere il tvmillepollicihometheatresticazzi?

    mah!

    RispondiElimina
  9. Certo che non ho problemi, Mario, anzi mi fa piacere :)

    RispondiElimina
  10. Mi racconta mia sorella Vera, che sta in romagna vicino a riccione, di un tempo in cui la domenica, per ritornare in citta', si faceva la classica fila fra i gitanti fuoriporta. Adesso la fila non c'e' piu'. Ovvero si e'spostata in zona Befane, famoso centro commerciale. Lì attorno non ci si muove dal traffico, il resto del riccionese, deserto. Gran giri per paesini e per trattorie, senza code per rientrare.

    Anche i centri commerciali, gianpaolo e Anonimo, hanno un loro perche' ;)

    RispondiElimina
  11. pensa se tutti quelli che c'erano lì fossero invece andati in montagna... ;-)

    RispondiElimina
  12. ...non credo che si corra il rischio, Marzia :D quella non e' gente da monti!

    RispondiElimina
  13. Vera conferma che è vero :D

    RispondiElimina