venerdì 26 marzo 2010

I gradi della morte

ESC_4205

Val Lasties, gruppo del Sella

Interessante contributo di zullix in un commento al mio post "I numeri non sono isterici" che merita in un post la visibilità che fra i commenti andrebbe persa:

Valanghe, circa rapporto grado pericolo / morti:

Grado 1, In Italia circa il 2% degli incidenti mortali avviene con questo grado.
Grado 2, In Italia circa il 32% degli incidenti mortali avviene con questo grado.
Grado3, In Italia circa il 54% degli incidenti mortali avviene con questo grado.
Grado 4, In Italia circa il 12% degli incidenti mortali avviene con questo grado.
Grado 5, In Italia non sono noti incidenti mortali con questo grado.

Fonte: Dipartimento Regionale per la Sicurezza del Territorio
Servizio Centro Valanghe di Arabba 2007, Guida per l'utente, disponibile sul sito Arpav.

(Grazie zullix, trovato!)

Quindi più di metà degli incidenti mortali avviene con grado di pericolo 3.

Perché con grado 4 o superiore chiunque abbia un po’ di buon senso va in piscina e non a fare scialpinismo, perché con grado 2 la probabilità di valanga è indubbiamente minore… perché grado 3, in mezzo alla scala dei valori, è letto come pericolo medio: si c’è un po’ di rischio ma non poi così tanto. Invece grado 3 è pericolo MARCATO. Marcato vuol dire alto, pronunciato, spiccato. Forte.

Interessante comunque lo scambio di opinioni nei commenti del post segnalato sopra. Grazie a tutti voi.