lunedì 10 novembre 2008

San Martino

San Martino - affresco di Simone Martini (Fonte Wikimedia Commons - copyright Zenodot Verlagsgesellschaft mbH licenza GNU Free Documentation License)

Ci vuol ben poco a diventar santi, pensavo da ragazzina. Quel bel signorotto ben vestito seduto sul cavallo ha poco da sentirsi buono: bella forza, dividere il mantello a metà, manco glie l'avesse dato tutto al poverello. Così, o non basta per nessuno e Martino ha fatto una scemenza, o basta per entrambi e allora che buona azione è?

Mi è diventato più simpatico da quando so che è un San Martino sincretistico che si festeggia domani, a cavallo fra il santo cattolico, protettore dei viticoltori, e il pagano Bacco, dio del vino, che si festeggiava alla fine dell'anno agricolo quando i lavori dei campi erano finiti, il raccolto messo al sicuro, e si poteva alzare la testa dalla terra.

A San Martino si dovevano pagare i debiti, si riscuotevano i crediti, ci si sposava, soprattutto se l'annata era stata buona, si rinnovava l'enfiteusi, si rinegoziavano i contratti di mezzadria. Ancor'oggi "fare san Martino" in veneto vuol dire traslocare.

In Trentino Alto Adige ogni paese ha la sua festa di San Martino. Famosa è quella di Predazzo dove i ragazzi accendono 5 grandi falò in punti panoramici sopra i rioni del paese, attorno ai quali fanno più casino possibile con trombe, campanacci, tamburi per poi scendere in paese e continuare la festa nei loro rioni.

In diversi altri paesi i giorni precedenti la festa i bambini costruiscono lanterne di varie forme e colori e l'11 novembre appena si fa buio insieme ai genitori sfilano per il paese con le lanterne accese. Spesso la processione termina in chiesa dove si ricorda il santo o dove si rende grazia per il raccolto.

gries

Parrocchiale di Gries e convento dei frati Benedettini

Gries è un quartiere di Bolzano che fino al 1925 era comune autonomo, separato dalla città di Bolzano dal fiume Talvera. E un po' paese autonomo è rimasto, con le tradizioni di un paese tedesco, il suo costume, la sua banda, i suoi pompieri volontari, la sua compagnia di Schützen, la sua sagra, i suoi contadini (il famoso e premiato vino Lagrein della cantina Muri viene dalle uve del vigneto del convento dei Benedettini di Gries). E il suo San Martino.

lagrein

Lagrein

Ieri, domenica che precede la festa del santo, la parrocchia di Gries ha celebrato la fine dell'anno agricolo con una cerimonia di ringraziamento per il raccolto in chiesa e con una processione.

chiesa gries

Parrocchiale dei Benedettini di Gries. Al centro della foto un trionfo di frutta che viene poi portato in processione dai giovani maschi

gries_carro

Davanti all'altare un carro pieno di ortaggi

gries_costume

Particolare di un costume femminile

gries_archi

Archi di spighe

gries_gonfalone

Particolare di un gonfalone

(per non farla troppo lunga, segue nel prossimo numero)