giovedì 27 dicembre 2007

L'ordalia di Malga Movlina (TN)

Dieric Bouts il vecchio - La Prova del Fuoco di Ottone III -  Fonte Wikimedia, licenza Copyleft

Malga Movlina è situata al centro di una magnifica balconata sopra la Val Rendena (TN) accanto a ricchi e fertili pascoli ai piedi del Gruppo di Brenta, vicino al sentiero che porta al rifugio XII Apostoli. Questa sua posizione privilegiata la pose al centro di sanguinose battaglie ai tempi delle lotte pastorali per il possesso dei pascoli migliori.

Dopo anni di zuffe e violenze di ogni tipo fra gli abitanti del Bleggio e i Rendeneri, fallita anche la mediazione del Principe Vescovo Eberardo (testacce dure da quelle parti!), si ricorse all'Ordalia, ovvero al giudizio di Dio. Un combattimento all'ultimo sangue fra due campioni scelti dalle due comunità avrebbe definito, per sempre, la disputa. Uno solo dei due ne sarebbe uscito vivo.

Qui le cose si fanno un po' confuse: in qualche antica testimonianza si legge che i due si incontrarono alla Movlina davanti allo stesso Vescovo e al Notaio Olderico (rimane il ricordo del toponimo "Pozza della Battaglia"), in un'altra pare che lo scontro sia avvenuto sulla piazza della Pieve di Rendena, presenti Enrico, delegato di Eberardo, un garante per parte e una schiera di militari per tenere a bada la grande folla.

Fra storia e leggenda si racconta che per la difficile prova vennero scelti il giovane Odorico per il Bleggio e Sigfrido di Vadaione, ex armigero dei conti di Arco, per difendere le ragioni della val Rendena.

Il 6 giugno del 1155 venne celebrata una messa, benedette le spade e gli scudi, i due campioni giurarono davanti a Dio lealtà e spirito di cavalleria e scesero in campo coperti da una leggera armatura.

La lotta fu piena di colpi di scena, con gravi ferite da entrambe le parti, sangue sparso ovunque, alterne fortune. Alla fine Sigfrido di Valdaione, per proteggersi un fianco spostò lo scudo scoprendo la gola: Odorico, veloce come un gatto, ne approfittò e non sbagliò il colpo: Dio aveva deciso, malga Movlina era del Bleggio.

Ovviamente, risolta questa, trovarono altri modi per litigare: per esempio il possesso della malga di Valagola.

L'Ordalia della malga Movlina è uno dei pochissimi "Giudizi di Dio" del quale si abbiano riscontri in documenti ufficiali.